06 settembre 2010

Mac o non Mac?


Dopo cinquanta anni mi sono convinto di acquistare un Mac. Probabilmente pensando al fatto che diventando "senior" non potevo rimanere ancorato alle sicurezze di sempre date da Windows, dovevo ringiovanire. Ecco qui di fronte a me un MacBook. Lo guardo un po' sospettoso. Fa cose strane: si accende in dieci secondi e si spegne in tre, mentre con Windows devo aspettare ere geologiche. Mi adatto subito al "monotasto", mi piace la velocità delle applicazioni, la facilità d'uso. Lo guardo con maggiore attenzione e mi pare di vedere comparire sotto la bellissima interfaccia utente delle robe che mi sembrano Unix. OS X, è uno Unix con una bella interfaccia? Mi chiedo come mai i puristi dell'Open Source, di Linux, ecc. non si scaglino contro il Mac con la medesima veemenza con la quale si scagliano contro Windows. Eppure se c'è un robo chiuso mi pare proprio questo qui. Non che in questo momento abbia delle particolari velleità di penetrazione (sapete, con l'età certi sforzi bisogna centellinarli), ma direi che è proprio così. Fatto sta che sono affascinato e vorrei provare giocare con l'IPad, e magari con l'IPhone.... non ne esiste una versione che non telefoni tanto per liberarsi di questo problema? In ogni caso non sono un fondamentalista tecnologico. Non sono passato da Windows a Mac: piuttosto sono un ecumenico e uso sia una piattaforma che l'altra in base a quel che mi viene bene, e ritengo che poter far conto sulle risorse dell'una e dell'altra sia un bel vantaggio. Ah, da buon genovese ho comperato un MacBook, neanche pro, perché per quello che ci faccio basta e avanza. Se avrò bisogno di potenza (dubito), vedremo.

Se a qualcuno interessa come avere sempre a disposizione, contemporaneamente, le risorse del PC Windows e del Mac, senza doppie installazioni e anche senza virutalizzazioni..... basta chiedere.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Cosa pensi invece dei sistemi Linux?

Alessio Ferretti ha detto...

Già OSX, secondo me, è uno unix con una bella faccia. Per quanto i riguarda i sistemi linux ho l'impressione che si debba superare il problema dei comandi -c -d +k /s, ecc. ecc. E' un po' che non lo bazzico. In ogni caso mi pare una soluzione positiva a patto che non si diventi dipendenti dallo "smanettone" di turno che un bel giorno sparisce e se hai un problema non sai dove sbattere la testa.